Studio in Firenze
Via G. Ricci, 12
tel. 055 45.64.027

SAN SALVI - Recupero PADIGLIONE 9 e 10

Qui trovi il mio Curriculum Vitae aggiornato..
Di seguito la presentazione di alcuni progetti svolti.

  • Intervento: Intervento di manutenzione straordinaria per il recupero del fabbricato n. 9 per sedi amministrative e per l'adeguamento del fabbricato n. 10 RSA Le Civette
  • Tipo incarico: Direzione Lavori - Redazione Parere Favorevole VV.F. e CPI
  • Committente: AZIENDA USL 10 di FIRENZE

AZIENDA USL 10 di FIRENZE: Padiglioni n. 9 (uffici amministrativi) e n. 10 (RSA Le Civette) via San Salvi n. 12 Firenze. L'intervento riguarda la manutenzione straordinaria e la ridistribuzione dello spazio interno del Padiglione n. 9, parte terminale del complesso denominato Le Civette ed adibito a RSA. Scopo dell'intervento è stato quello di destinare il Padiglione n. 9 ai piani primo e secondo a sede di uffici amministrativi dell'Azienda Sanitaria di Firenze, mentre il piano terra costituisce ampliamento della RSA esistente atto ad ospitare un nucleo Alzhaimer.

SAN SALVI - Recupero PADIGLIONE 9 e 10

SAN SALVI - Recupero PADIGLIONE 9 e 10
Copyright 2019 - Arch. Sonia Piazzini

Fig. 1 - Il padiglione n. 9, oggetto dell'intervento, lato sud-ovest dell'edificio ospitante la RSA 'Le Civette' dell'Azienda USL 10 di Firenze. I lavori esterni hanno riguardato le tinteggiature, la fornitura e posa delle tende, la sostituzione degli infissi e la manutenzione ordinaria della copertura

L'intervento ha altresì comportato il rifacimento e la ridistribuzione di due camere al piano primo della RSA e di due camere al piano terra conseguente all'inserimento degli uffici. Le camere di degenza interessate dall'intervento sono singole al piano terra e doppie al piano primo. Tutte le camere sono dotate di un bagno interno ad uso esclusivo e una camera al piano primo è inoltre dotata di un'anticamera.

Tutte le camere sono dimensionate ed organizzate per uno o due posti letto; è stato escluso il ricorso a camere di degenza con posti letto superiori a due perché in tal caso l'ambiente avrebbe i connotati della corsia ospedaliera e indurrebbe negli ospiti senso di frustrazione ed estraneità.

Fondamentale risulta la scelta cromatica dei bagni all'interno della camere di degenza per agevolare il malato nella fruizione autonoma dello spazio. Nella scelta dei pavimenti e dei rivestimenti dei bagni dedicati ai pazienti è stata attuata una differenziazione cromatica fra sanitari, pavimento e pareti. Gran parte delle demenze senili si manifestano nella difficoltà di percepire i colori - soprattutto se simili tra loro - di cogliere la profondità dello spazio e conseguentemente la reale posizione di un oggetto nell'ambiente. Per questo motivo può accadere che il paziente non sia in grado di individuare la corretta collocazione dei sanitari, se questi sono di colore simile a quello delle pareti e/o dei pavimenti con conseguente incapacità da parte del malato ad utilizzare in modo appropriato le attrezzature del bagno.

Per gli uffici i colori utilizzati sono: bianco, grigio (il pavimento, lo zoccolino battiscopa e il coprifilo delle porte) armoniosamente combinato con l'arancio di porte e tende. Il grigio è un colore neutro e monotono, ricercato ed intellettuale che smorza i toni vivaci ed 'energizzanti' del colore arancione.

L'intervento ha riguardato inoltre la manutenzione ordinaria della copertura e delle facciate con la sostituzione degli infissi (in alluminio colore bianco - avorio) e il rifacimento delle tinteggiature della medesima tonalità dei colori dell'edificio principale.

Prevenzione incendi
L'intervento, ai fini delle attività soggette al controllo di prevenzione incendi e ai sensi del D.M. 18/09/2002 'Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio delle strutture sanitarie pubbliche e private' si configura come intervento di modifica e ampliamento di attività principale esistente (attività n. 86 ai sensi DM 16/02/1982 trattandosi nel complesso di tipologia di casa di cura/ospedale da 25 a 101 posti letto).

Ai sensi Titolo I punto 1.2 le aree soggette ad intervento della struttura sanitaria si classificano come di seguito specificato:
- tipo D: aree destinate a ricovero in regime residenziale
- tipo E: aree destinate ad uffici amministrativi pertinenti con l'attività.

Le aree destinate a ricovero in regime residenziale (definite come area di tipo D), comunicano con locali adibiti a uffici amministrativi aziendali (definiti come area di tipo E) con numero inferiore a 500 addetti, tramite strutture e porte aventi resistenza al fuoco REI 90.

Le porte installate lungo le vie di uscita ed in corrispondenza delle uscite di piano si apriranno nel verso dell'esodo a semplice spinta mediante l'azionamento di dispositivi a barra orizzontale, a uno o due battenti.
Al piano terra lato sud-ovest, nel nuovo Nucleo Residenziale per Alzheimer, per cautelarsi da un uso improprio delle uscite da parte dei malati con disturbi del comportamento, verranno installati idonei e sicuri sistemi di controllo ed apertura delle porte alternativi a quelli sopra previsti (es. apertura a codice). In tali casi, tutto il personale addetto al reparto dovrà essere a conoscenza del particolare sistema di apertura ed essere capace di utilizzarlo in caso di emergenza.

Analogamente dicasi per la zona nord-est destinata a Centro diurno Alzheimer. Il centro diurno dispone in totale di tre porte di cui, quella che immette nel corridoio è dotata di un sensore che ne disattiva la chiusura automatica in caso di pericolo, mentre l'apertura relativa all'ingresso principale si apre verso l'interno e sarà dotata di meccanismo di apertura a codice con molla di richiamo.

La residenza è asservita da una rete idrica antincendio esterna facente parte del complesso di San Salvi; da tale rete è stata derivata una colonna di alimentazione per tre naspi con attacco UNI 25 e tubazione flessibile posizionati rispettivamente al piano terra primo e secondo.

Atti amministrativi e pareri
- N.O. SOPRINTENDENZA ai sensi art. 23 D. lgs 29/10/1999 n. 490
- Parere di Conformità Antincendio Vigili del Fuoco di Firenze
- Atto Deposito ai sensi art. 28 L. 10/91 c/o Comune di Firenze
- D.I.A.E. Comune di Firenze
- Notifica preliminare ai sensi art. 11 D. lgs 494/96 e s.m.i.
- Parere Igienico Sanitario
- Progetto opere strutturali - Ufficio Regionale Tutela Territorio Firenze

richiedi informazioniCosa posso fare per te? Sono a tua disposizione per informazioni o preventivi gratuiti. Compila il modulo sottostante o scrivimi una .

*Nome:

*E-mail:

Ai sensi della legge italiana 196/2003 autorizzo l'Arch. Sonia Piazzini a trattare i dati inseriti per il soddisfacimento della mia richiesta.

Valid XHTML 1.1Valid CSS!